23/09/2018 – La Val di Non e la Via di San Romedio

Domenica 23/09/2018
Escursione giornaliera
Dislivello in salita 500 m – Ore di percorrenza 5 più le soste
Facile camminata su strade sterrate e sentieri escursionistici
Contributo di partecipazione 5 € per i soci, 10 € per i non soci di Alpinia
Ritrovo alle ore 7.00 presso la nostra sede
Iscrizione obbligatoria – Pranzo libero al sacco
La gita è confermata con ogni tempo. In caso di condizioni meteo sfavorevoli (o se abbiamo tempo/voglia!): visita al Museo Retico di Sanzeno ed eventualmente ad uno dei castelli che costellano la Val di Non.

Categoria:

Descrizione

Domenica 23/09/2018
Escursione giornaliera
Dislivello in salita 500 m – Ore di percorrenza 5 più le soste
Facile camminata su strade sterrate e sentieri escursionistici
Contributo di partecipazione 5 € per i soci, 10 € per i non soci di Alpinia
Ritrovo alle ore 7.00 presso la nostra sede
Iscrizione obbligatoria – Pranzo libero al sacco
La gita è confermata con ogni tempo. In caso di condizioni meteo sfavorevoli (o se abbiamo tempo/voglia!): visita al Museo Retico di Sanzeno ed eventualmente ad uno dei castelli che costellano la Val di Non.

Con auto proprie ci dirigiamo a Trento, quindi, in prossimità di Mezzocorona, deviamo inoltrandoci in Val di Non. La nostra meta sarà il Paese di Sanzeno (641 m). Qui, nei pressi del Museo Retico, parte il sentiero, prima immerso nei frutteti, quindi scavato nella roccia a picco sulla Valle di San Romedio, sul tracciato di un antico canale irriguo ottocentesco: il tracciato conduce in circa 2,5 km e 45′ al Santuario di San Romedio (718 m), regalando scorci e panorami mozzafiato sulla valle sottostante. Il Santuario, situato su un ripido sperone roccioso alto quasi 90 m, è uno dei luoghi più conosciuti e suggestivi della Val di Non ed è stato per secoli meta di pellegrinaggi. Dopo la visita al santuario (ingresso gratuito) ci inoltreremo nel bosco raggiungendo il Lago Tavon e l’attiguo Lago di Coredo (881 m – circa 1 ora dal Santuario). Da Coredo (831 m – 20′ dal lago), situato su un verde altopiano, panoramico, punteremo quindi a Castel Bragher, con una semplice passeggiata nel cosiddetto bosco Orna (dislivello in salita 210 m). Ancora di proprietà dei discendenti della famiglia Thun, il castello non è oggi visitabile; dall’esterno tuttavia sono ammirabili il muro di cinta merlato e l’antico ponte coperto ligneo presso l’accesso occidentale al maniero. Torniamo quindi a Coredo per lo stesso itinerario e poi a Sanzeno chiudendo il cerchio.

 

* Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003 ( Privacy policy )