SU RICHIESTA – L’Alta Via dei Pastori della Val del Biois

L’Alta Via dei Pastori della Val del Biois
Presentazione: Quello che vi proponiamo è l’antico sentiero percorso da pastori sulle montagne che delimitano la Valle del Biois, immersi nei boschi secolari, dove sono possibili di incontri con la fauna e scorci di alcune vette dolomitiche più famose, come la Marmolada, il Civetta, l’Agner, il Focobon e le Cime d’Auta, ricche di fascino e di storia. Non di meno interesse sono la flora particolarmente rara, i prati di alta quota e le forti emozioni nel percorrere alcuni tratti che caratterizzano questo anello di alta quota.
Area geografica: interessa il Gruppo della Marmolada, le Cime d’Auta e le Pale di San Martino a nord, le località come Falcade, Canale d’Agordo e Vallada Agordina nel Sistema 2 e 3 Dolomiti Unesco.
Tipologia: trekking ad anello di 3 giorni e 2 notti, adatto a persone allenate e un passo sicuro. La segnaletica è buona, alcuni tratti sono esposti ma non presentano difficoltà, il percorso è lungo e faticoso ma non difficile. Si richiede abbigliamento adatto alla stagione e scarponi o pedule con suola in Vibram o sagomata. Sarete accompagnati da un professionista che conosce il territorio.
Punti d’appoggio: 3 gg.  Rifugio Flora Alpina e il Rifugio Baita dei Cacciatori.
Difficoltà: E-media il dislivello è inferiore ai 1000 m in media al giorno.

Categoria:

Descrizione

L’Alta Via dei Pastori della Val del Biois
Presentazione: Quello che vi proponiamo è l’antico sentiero percorso da pastori sulle montagne che delimitano la Valle del Biois, immersi nei boschi secolari, dove sono possibili di incontri con la fauna e scorci di alcune vette dolomitiche più famose, come la Marmolada, il Civetta, l’Agner, il Focobon e le Cime d’Auta, ricche di fascino e di storia. Non di meno interesse sono la flora particolarmente rara, i prati di alta quota e le forti emozioni nel percorrere alcuni tratti che caratterizzano questo anello di alta quota.
Area geografica: interessa il Gruppo della Marmolada, le Cime d’Auta e le Pale di San Martino a nord, le località come Falcade, Canale d’Agordo e Vallada Agordina nel Sistema 2 e 3 Dolomiti Unesco.
Tipologia: trekking ad anello di 3 giorni e 2 notti, adatto a persone allenate e un passo sicuro. La segnaletica è buona, alcuni tratti sono esposti ma non presentano difficoltà, il percorso è lungo e faticoso ma non difficile. Si richiede abbigliamento adatto alla stagione e scarponi o pedule con suola in Vibram o sagomata. Sarete accompagnati da un professionista che conosce il territorio.
Punti d’appoggio: 3 gg.  Rifugio Flora Alpina e il Rifugio Baita dei Cacciatori.
Difficoltà: E-media il dislivello è inferiore ai 1000 m in media al giorno.

PROGRAMMA
1° giorno – 
Arrivo a Falcade e partenza dal parcheggio della cabinovia in località Molino, si passa per il Rif. Bottari (1573 m) con possibilità di pranzo libero previa prenotazione, per il Rif. Caviazza (1887 m), il Lago di Cavia e la M.ga Zingari Bassi (1775 m), arrivando infine al Rif. Flora Alpina (1818 m) dove si pernotta. Le soste previste sono 5 (escluso il pranzo al sacco o in rifugio) per uno sviluppo di 13 km.

2° giorno – Partenza dal Rif. Flora Alpina (1818 m): attraverso i Casoni di Valfredda si sale alla Forca Rossa (2490 m) passando poi per il Passo Col Becher (2313 m) e la Baita Giovanni Paolo I (1865 m). Si arriva al Rif. Baita Cacciatori, stupenda balconata sulle Pale di San Martino (1745 m) dove si pernotta. Sono previste 4 soste (escluso il pranzo al sacco) per uno sviluppo di 7 km.

3° giorno – Partenza dal Rif. Baita Cacciatori, si attraversano le praterie di alta quota passando per Baita Col Mont (1854 m), Forcella Pianezze (2044 m) con uno scorcio sulla parete Sud della Marmolada. Toccato il riparo dei pastori ed ammirate le fioriture si scende verso Forcella San Tomaso (1367 m), si visita la Chiesa monumentale di San Simon (1142 m) proseguendo infine per località Sacchet (Vallada Agordina). Sono previste 5 soste (escluso il pranzo al sacco) per uno sviluppo di 9/10 km.

Partecipanti: min. 6 – max.10
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: 289 €
ISCRIZIONI ai seguenti contatti:
Alpinia Itinera di Luca De Bortoli – Via Casabellata n. 20 – 32035 Santa Giustina (BL)
E-mail
info@alpinia.eu – Tel 0437859310 – Cell. 3404665088

LA QUOTA COMPRENDE: accompagnatore di Media Montagna del Collegio Guide Alpine del Veneto per l’intera durata del trekking, trattamento di mezza pensione nei rifugi indicati, organizzazione, assicurazione RC ed infortuni e spese guida.

LA QUOTA NON COMPRENDE: extra, le bevande, i pranzi a mezzogiorno, eventuali trasferimenti ad inizio e fine trekking.

Organizzazione tecnica a cura di Alpinia Itinera di Luca De Bortoli.

Il numero delle soste può variare per condizioni meteo avverse o per altre esigenze con giudizio insindacabile dell’accompagnatore. Le soste sono importanti non solo per osservare e acquisire informazioni sul paesaggio, ma anche per la propria sicurezza.

* Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003 ( Privacy policy )