12/10/2020 – Sui percorsi della Storia: dalla Valsana alla Valbelluna

Lunedì 12/10/2020
Difficoltà E – Dislivello in salita circa 900 m – Ore di percorrenza 6 circa
Camminata di media difficoltà per dislivello su strade sterrate e sentieri escursionistici
Contributo di partecipazione 8 € per i soci, 12 € per i non soci di Alpinia
Ritrovo alle ore 8.30 davanti alla sede di Alpinia a Santa Giustina o alle 9.30 nel parcheggio di fianco all’Ufficio Postale di Revine
In riferimento all’attuale normativa di contenimento del Covid-19 i partecipanti dovranno portare con se mascherina e igienizzante per le mani (durante la camminata non occorrerà portare la mascherina, mantenendo la distanza di sicurezza di 2 metri, mentre sarà obbligatorio indossarla quando ci si avvicina o si entra in luoghi chiusi come bar, rifugi o musei)
Verranno accettate le prime 15 iscrizioni ai nostri contatti (email info@alpinia.eu o cellulare 3404665088)
Pranzo libero al sacco – Iscrizione obbligatoria

Categoria:

Descrizione

Lunedì 12/10/2020
Difficoltà E – Dislivello in salita circa 900 m – Ore di percorrenza 6 circa
Camminata di media difficoltà per dislivello su strade sterrate e sentieri escursionistici
Contributo di partecipazione 8 € per i soci, 12 € per i non soci di Alpinia
Ritrovo alle ore 8.30 davanti alla sede di Alpinia a Santa Giustina o alle 9.30 nel parcheggio di fianco all’Ufficio Postale di Revine
In riferimento all’attuale normativa di contenimento del Covid-19 i partecipanti dovranno portare con se mascherina e igienizzante per le mani (durante la camminata non occorrerà portare la mascherina, mantenendo la distanza di sicurezza di 2 metri, mentre sarà obbligatorio indossarla quando ci si avvicina o si entra in luoghi chiusi come bar, rifugi o musei)
Verranno accettate le prime 15 iscrizioni ai nostri contatti (email info@alpinia.eu o cellulare 3404665088)
Pranzo libero al sacco – Iscrizione obbligatoria
Percorso ad anello dal centro di Revine percorrendo le antiche mulattiere che lo collegavano con le malghe della cresta prealpina. Si sale per la ripida “Strada delle musse”, in parte lastricata e utilizzata per le caratteristiche slitte in legno, che conduce al valico di Pian de le Femene affacciato a sud sulla Pianura Veneta e a nord sulla Valbelluna e le Dolomiti Bellunesi. Dopo una meritata sosta si continua a salire, con notevoli scorci panoramici, fino alle Casere Frescon da cui, tra resti di malghe, si comincia la discesa per la “Strada dei cavai” dalla pendenza più moderata, che riporta al luogo di partenza.

* Autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003 ( Privacy policy )